Oggi vi propongo una ricetta sfiziosissima, sempre a proposito di cavoli; può essere utilizzata come secondo “sostanzioso” accompagnato da un’insalata mista o da finocchi (stufati in padella con un filo d’olio e un bicchiere d’acqua),  dopo una crema di verdure come primo piatto per bilanciare le calorie e i macronutrienti (ovvero carboidrati, lipidi e proteine) presenti in questa ricetta.

 
Torta salata di verza
Ingredienti: verza (circa 300g), ricotta (circa 100g), 1 cucchiaio di grana e 1 cucchiaio di emmenthal; pasta brisée; un filo d’olio; uno spicchio d’aglio; sale, pepe e curcuma.

 
Stufate la verza lavata e tagliata sottile in una padella con un filo d’olio, un bicchiere d’acqua, un cucchiaino di curcuma e lo spicchio d’aglio. Aggiungete sale e pepe. A fine cottura eliminate l’aglio e aggiungete la ricotta e l’emmenthal. Foderate una teglia rotonda con la pasta brisèe insieme alla sua carta da forno (se avete tempo potete fare la pasta da soli invece di comprare quella confezionata) e riempitela con il composto. Spolverizzate con il grana e mettete in forno già caldo a 180°. Lasciate cuocere per 35-40 minuti.

 
A sfavore di questa ricetta:
 
 
LA PASTA BRISÉE: contiene burro!

 
A favore di questa ricetta:

 
LA VERZA: ricca di vitamine (vitamine A, C, E, K ), sali minerali (come  potassio, fosforo, ferro) e fibra; aiuta a prevenire il cancro al colon e protegge la mucosa dello stomaco dagli acidi (agisce come anti-ulcera); ha azioni antinfiammatorie e aiuta a combattere la stipsi.

 
LA CURCUMA: contiene vitamina C e potassio; aiuta a prevenire alcuni tipi di tumore, ha azioni antinfiammatorie, facilita la digestione.