Ecco che durante il rientro dal congresso NutriMi di Milano, stanca e affamata, ho deciso di fare un pit stop-pizza a Pistoia. 
TripAdvisor mi ha suggerito Lo Scimpanzè come capolista delle migliori pizzerie di Pistoia. E allora sono andata a provare la sua pizza.
Il risultato? Pienamente soddisfatta. Camilla e Lapo, i due titolari, ci hanno accolto con estrema gentilezza e professionalità, spiegandoci bene le loro peculiarità: ingredienti sicuri e di alta qualità, farine macinate a pietra, impasto lavorato solo a mano in modo da ottenere la massima digeribilità, salumi strettamente selezionati e birra a caduta (spillata senza pressione). La pizza è bassa e croccante“alla toscana” come l’ha subito definita giustamente Camilla.
Il locale è piccolo e in effetti ha più l’aspetto di un pub che di una pizzeria, ma qui la pizza è davvero fatta con dedizione e amore. Lapo ci ha mostrato l’impasto e alcuni degli ingredienti freschi come la mozzarella fiordilatte; Camilla ci ha raccontato il loro amore per il lavoro e il loro piacere nel soddisfare i clienti. E si vede. Grazie ragazzi per la buona pizza e la vostra simpatia. A prestissimo!!


La nota della nutrizionista: la pizza è un alimento completo e nutritivamente soddisfacente. Chi sta seguendo un regime ipocalorico può sceglierla margherita, ai funghi o vegetariana. Potete concedervela una volta alla settimana, ma sceglietela di alta qualità (come quella de Lo Scimpanzè).