Stasera, sarà che è martedì grasso,  mi sento festosa e colorata anch’io. E dato che spesso ci circondiamo dei colori più adatti al nostro stato d’animo, ecco che stasera ho messo in tavola dei bei colori vivaci regalandomi un meraviglioso potpourri di vitamine e sali minerali.

Invertendo l’ordine degli addendi il risultato non cambia, afferma la proprietà commutativa dell’aritmetica* e anche in nutrizione è così. Perciò non cambia niente se mangiate prima l’uno o l’altro piatto che vi propongo stasera. Io sono partita dalla vellutata di carote per scaldarmi un po’ e poi ho concluso con l’insalata di finocchi e arance; ma anche l’inverso è valido in ugual modo!

 
Le carote sono degli ortaggi ricchissimi di vitamine e sali minerali: contengono alfa e betacarotene (precursore della vitamina A), vitamina C, E, B2 e B6, fibre, potassio, ferro, calcio, fosforo, sodio, rame e magnesio. Alle carote ho aggiunto una patata così da avere anche potassio, magnesio e zinco, oltre ad aggiungere altre vitamine A, C e del gruppo B.

 
Le arance, si sa, sono famose per la  vitamina C. Ma non contengono soltanto quella! Contengono anche vitamina A, vitamine del gruppo B, alfa e beta carotene, calcio, fosforo, potassio, oltre alle fibre.

 
E i finocchi? Sono prevalentemente costituiti da acqua e fibra (componenti fondamentali per la regolarità intestinale), ma possiedono anche vitamina C, potassio, calcio , fosforo e sodio.

 
Con carote, patate e arance prendiamo anche una buona dose di carboidrati semplici e complessi; aggiungendo un filo d’olio ad entrambi i piatti si soddisfa il fabbisogno di lipidi (e si aggiunge altra vitamine E).

 
Le ricette sono talmente semplici che quasi non serve spiegarle.

 
 
 

La vellutata di carote si fa mettendo un filo d’olio e mezzo bicchiere d’acqua in un tegame con mezza cipolla, 3 carote e una patata (tutto tagliato a rondelle e cubetti). Si lascia insaporire qualche minuto e poi si coprono gli ortaggi con altra acqua calda. Per insaporire io ho aggiunto un cucchiaino di curcuma, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Ho lasciato cuocere per 15 minuti e poi ho mixato. Nel piatto ho aggiunto erba cipollina e olio extravergine di oliva.

 
Per l’insalata di finocchi e arance occorre lavare bene un finocchio e tagliarlo sottile. Sbucciate poi 2 arance a vivo e tagliate anche queste a fettine sottili. Disponete in un piatto e condite con pepe nero e un filo d’olio extravergine d’oliva. Se volete potete aggiungere 4-5 olive nere (in questo modo però si aggiungono anche delle calorie).
(Le dosi di queste due ricette sono indicative per 2 persone)


Cenetta semplice e molto veloce da preparare (circa 20-25 minuti), ma davvero ottima da un punto di vista nutrizionale. E anche il palato rimarrà soddisfatto. Provare per credere!

 
Simona Alfani


*(si parla di numeri interi positivi)